Nella nostra, cosiddetta “civiltà dell’immagine”, in cui giornali, televisione e pubblicità enfatizzano il corpo come aspetto esteriore e presentano la ricerca dell’avvenenza fisica come tributo da pagare per essere accettati ed amati, è quasi impossibile non essere condizionati e spesso frustrati a fronte di modelli praticamente irraggiungibili.



Questo blog cercherà di essere un piccolo punto di partenza per esplorare le difficoltà che incontriamo, nella vita di tutti i giorni, nella relazione con la nostra immagine esteriore. A partire da I canoni estetici di bellezza e L’incidenza dell’aspetto esteriore nei rapporti sociali , e da La mia personale esperienza , cercherò di parlare di aspetto esteriore in maniera semplice ma meno superficiale di quanto spesso viene fatto. Mi auguro che possa essere interessante per chi leggerà e magari un aiuto in un'ottica di NON OMOLOGAZIONE ma di ricerca di miglioramento personale della propria immagine e del rapporto con questa.

Storie vere

             " Per ogni uomo ce n'è uno per come egli stesso si crede, uno per come lo vede l'altro ed infine uno per come egli è realmente" (James W., 1890).


Ai differenti modi di percepire la propria immagine esteriore e vivere questo rapporto corrispondono altrettanti modi di affrontare l'eventuale disagio che ne deriva. Di conseguenza l'intervento di sostegno dato alla persona con cui si è in relazione di aiuto sarà a misura delle sue esigenze, delle sue potenzialità, del particolare momento che sta attraversando.


Sono stata autorizzata a raccontare dagli interessati (ovviamente non riconoscibili) qualcosa delle loro storie, perchè sia chiaro di cosa si parla


                                                               Giorgia

                                                               Francesca

                                                               Marta

                                                               Edoardo